PENNELLI

Le parole di Ambra Grieco


Riporto qui di seguito le parole che la Critica d’Arte Ambra Grieco ha scritto per la presentazione della mia mostra “Contraddizioni”.

(nella foto insieme a me Michela Masini, organizzatrice della Mostra)

Amo guardare le persone negli occhi ed aprire il mio cuore ai loro sguardi, alle loro parole facendo mie le emozioni che riescono a trasmettermi.

Amo soprattutto ascoltare gli artisti attraverso il loro linguaggio, fatto non solo di parole, ma di colori, forme, spazi reali o surreali ed immergermi in un’atmosfera sempre nuova ed inimitabile.

Ho avuto il piacere di conoscere Monica ed osservare alcune sue opere. Sono rimasta colpita dalla loro autenticità, dalla volontà di rappresentare la realtà per come è, la vita nei suoi infiniti ossimori che tanto animano il nostro vivere.

Percepisco una libertà d’esecuzione che in tale esposizione, si esplica attraverso un bellissimo abbraccio fra figurativo ed astratto.

Ogni opera di Monica lascia libero l’osservatore nel processo di comunicazione ed interazione con l’opera d’arte.

Ogni sua opera vive con la mente ed il cuore di chi l’osserva senza imporre un messaggio predefinito dall’autrice.

Monica infatti percepisce l’arte come un desiderio naturale che fa parte del suo essere in una libertà di espressione priva di legami e costrizioni.

Osservando tale esposizione artistica ci immergiamo negli sguardi dei volti rappresentati come specchio dell’anima. Un tuffo nell’interiorità umana attraverso gli occhi, lo sguardo e l’espressione facciale di un’autobiografia mai uguale a se stessa.

Le emozioni talvolta sono create dalla combinazione di forme e colori che suonano come una dolce melodia animando il nostro sguardo.

Il quadrato, il cerchio, la molteplicità infinita di colori e sfumature comunicano ciò che i nostri occhi non possono vedere, ovvero una realtà interiore che ben si esplica attraverso lo stile astratto.

Un’arte che rispecchia l’autrice per come lei stessa è, un’arte capace di donare a chi l’osserva quel bagaglio di emozioni vere ed autentiche contro quella realtà falsata che spesso ci circonda.

Annunci

Inaugurazione Mostra “Contraddizioni”


“Fra Arte e Musica”
presenta

CONTRADDIZIONI

7 aprile 2018 ore 17,30

Inaugurazione della mostra di pittura di Monica Spicciani.

Performance vocale della Classe di Canto della Accademia
Musicale della Valdinievole.

La mostra sarà visitabile dal 7 aprile al 3 maggio 2018

Presso
La Bottega Del Caffè a Monsummano Terme

Contraddizioni – Mostra Personale


Dopo una lunga assenza da esposizioni, eccezione fatta per le opere in permanenza preso l’american bar Zenzero, ritorno a mostrare i miei quadri come ospite del ciclo di manifestazioni denominato “Fra Arte e Musica”.

In questa occasione esporrò alcune opere della serie “No Project” e della serie “Interactive” nonché alcune opere astratte di recente produzione.

Le mie opere saranno esposte presso La Bottega del Caffè a Monsummano Terme, la mostra è curata dalla Critica D’arte Ambra Grieco e dalla Pianista e insegnante di musica Michela Masini.

Vi terrò aggiornati…

Intervista sul Quotidian Post


Monica Spicciani artista italiana di grande talento – Quotidian Post
— Read on www.quotidianpost.it/monica-spicciani-artista-italiana-di-grande-talento/

Riporto qui l’articolo.

Monica Spicciani artista italiana di grande talento

le sue opere sono d’impatto, molto curate nella rappresentazione di ogni particolare che compone la figura umana.

Animo eclettico e poliedrico, Monica Spicciani è un’artista a 360 gradi.

Le sue opere rappresentano la figura umana, spaccati di vita sospesi nel tempo. Una donna forte, intelligente che ama parlare di arte, cucina e libri. Si racconta in esclusiva per i lettori di Quotidianpost.

Ciao Monica, parlaci un pò di te.

Vivo in Toscana, 47 anni, ho sempre fatto l’artista…anche se qualche periodo ho preso delle pause. Ora sono più focalizzata nella realizzazione di video. Sono sempre stata dedita alla pittura, però da un anno dipingo veramente poco. Ho un canale youtube che mi assorbe molto tempo, al quale cerco di mettere sempre un’impronta artistica e creativa. Sono una persona abbastanza semplice, normale. Sono sposata, ho nove gatti e un interesse per il mondo dell’arte a 360 gradi, l’espressione della persona. Dipingo, ho suonato per tanti anni la chitarra classica, ho sempre cantato più o meno in modo continuativo. Ora non canto da molto tempo però, se capita, non mi tiro indietro. Frequento un corso di teatro insieme a mio marito.

Quando è nato il tuo amore per l’arte?

Non so se sia nato in un momento preciso, però a me è sempre piaciuto disegnare e dipingere. Sin da piccola disegnavo, fin dalle elementari. Adoravo fare le cose per poi illustrarle con dei disegnini sui quaderni delle poesie. Mi è piaciuto sin da subito il mondo del disegno, della pittura… anche se la pittura ho iniziato a farla molto tardi. Ai miei tempi non era come adesso, ora ogni bambino ha la possibilità di esprimersi grazie alla vasta offerta di hobby .

Quando ero piccola io, oltretutto mia madre non aveva la patente e nemmeno possibilità economiche, non c’erano corsi di pittura, teatro. Sono andata a lezione di chitarra, ricordo che facevo mezz’ora a piedi con la chitarra in mano per andare dal mio insegnante. Per questo motivo ho potuto coltivarlo solo tardi il mio amore per la pittura, i miei erano contrari a mandarmi al liceo artistico. I patti erano che io avrei preso un diploma “serio” , infatti ho frequentato ragioneria, e dopo avrei potuto seguire la mia indole. Appena presa la maturità ho dato l’esame per entrare all’Accademia di Belle Arti e l’ho frequentata.

C’è un’artista che ti ha colpita maggiormente?

In realtà no, nel senso che nel corso della mia vita ci sono stati artisti che mi sono piaciuti, in modo particolare anche a seconda del periodo che stavo vivendo. Non posso però dire che ci sia un’artista sopra tutti gli altri che mi abbia ispirata o colpita in modo particolare. Ne apprezzo tantissimi, a livello caratteriale e di storia come non essere colpiti da Frida Kahlo, alcune sue opere le trovo belle, altre espressive ma di una bruttezza allucinante da un punto di vista tecnico. Sono sempre rimasta affascinata dagli artisti  del rinascimento , però a livello emotivo quello che mi ha dato più emozione quando ho potuto vederlo dal vivo è stato Kandinsky. Non sono mai stata particolarmente attratta dal’arte astratta però  vedere le sue opere dal vivo è stato veramente emozionante.

Le tue opere hanno sempre colori molto forti, accesi…come mai questa scelta?

Non tutte, nel senso che nelle ultime ho usato anche dei toni molto più neutri. Il colore ha una forma espressiva, quindi usare dei colori forti, accesi, è un’espressione del mio carattere. Come dice mio marito siamo persone dai colori forti. E’ difficile quindi stare sul neutro probabilmente anche in pittura.

Quali sono i soggetti che prediligi rappresentare?

Guardando i miei lavori è ovvio notare che sia la figura umana, soprattutto femminile. Ho sempre rappresentato donne, tranne qualche periodo in cui ho realizzato nature morte un pò alternative. Anche da piccola quando facevo i miei disegnini, rappresentavo volti più o meno bene o stilizzati, la figura femminile mi è sempre piaciuta. Disegnare la figura umana è la cosa che mi dà più piacere.

Secondo te cos’è la bellezza in un’opera d’arte?

Secondo me esiste una bellezza oggettiva, che deriva da una capacità tecnica dell’artista. Ci sono delle opere che sono fatte bene e sono innegabilmente belle a livello universale poi c’è una bellezza soggettiva. Questa deriva dalle emozioni che l’opera suscita, se ti parla, ti dice qualcosa. Ci sono delle opere che tecnicamente non sono così perfette o hanno volutamente degli errori, ma che ti comunicano un’emozione.

Io solitamente mescolo le due cose, quando guardo un’opera d’arte mi faccio influenzare un pò da tutte e due. Raramente apprezzo opere fatte male, comunque si vede la differenza tra l’incapacità di dipingere e l’artista che sa dipingere ma ad un certo punto si è rotto le scatole di essere fedele alla realtà e quindi decide di storpiarla. Non è detto che io ami l’opera perfetta, anzi a volte opere realizzate magistralmente non mi danno nessuna emozione. C’è sempre un discorso di saper vedere. Noto la differenza tra un’opera fatta bene e una volutamente fatta male, oppure dove manca la capacità tecnica.

Hai avuto difficoltà nel farti conoscere nel mondo dell’arte?

Perchè mi conoscono? Non credo di essere conosciuta nel mondo dell’arte, nonostante dipinga da tanti anni. Nonostante abbia usato tutti i mezzi gratuiti a mia disposizione per farmi conoscere poi alla fine il mondo dell’arte è elitario. Ci sono delle logiche che a me sfuggono, probabilmente economiche e di amicizie. Non essendo mai stata una persona che ha voluto sfruttare amicizie influenti, seppur un paio di volte le ho anche avute. Non ho mai chiesto niente in quel senso. Comunque non ho mai avuto le possibilità economiche di frequentare certi ambienti o di pagare per fare mostre in posti di prestigio.

Tra i quadri che hai realizzato, quale ti è rimasto nel cuore?

Spesso quando realizzo le mie opere sono attaccata, convinta di star facendo un lavoro bellissimo. Spesso succede che dopo un pò di tempo le riguardo con occhio distaccato trovandone alcune orribili e indegne di restare al mondo. Molte opere infatti le ho distrutte o riutilizzato le tele. Mi è successo di un quadro che per un anno l’ho trovato fantastico poi ha finito per diventare la base su cui ho realizzato un’opera astratta. Nel cuore me ne rimangono veramente pochissime , ne ho fatti tanti di quadri. Non ne ho uno solo, ce ne sono due o tre ai quali sono legata sopratutto perchè non mi vengono a noia. Continuo a volerli in casa, a vederli senza stancarmi.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Non ho progetti, vivo molto alla giornata e infatti da un punto di vista pittorico ora non sto dipingendo. Ho dei quadri esposti in modo permanente in un locale della mia zona. Il prossimo mese farò una mostra in un altro locale. Anche se non ci tengo particolarmente perchè nell’ultimo anno ho subito un pò di cose che mi hanno amareggiato. Probabilmente è per questo che poi mi sono buttata a capofitto nel realizzare video su youtube. In questo momento è la cosa che mi sta dando più soddisfazione.

Questo mio vivere alla giornata comporta un vivere pienamente. Qualsiasi cosa io faccia, che sia pittura o realizzare video lo faccio con tutta me stessa. Ci metto impegno e passione, soprattutto convinzione. Raramente faccio le cose a metà, vedo un pò come va.

Hai dei consigli per i giovani pittori?

Se ami dipingere, fallo perchè lo ami non perchè pensi di diventare famoso. Siamo in tantissimi, bravi ce ne sono una marea. C’è sempre quello più bravo di te e quello bravo al pari tuo che avrà delle amicizie o delle possibilità economiche in più. Se vuoi fare dell’arte il tuo lavoro allora parti subito, non aspettare se pensi di essere all’altezza. Punta sopratutto all’estero perchè in Italia dal punto di vista artistico, mi spiace dirlo non è il massimo. Non ritrovarti a quarant’anni con la voglia di emergere ma non hai più le forze o le capacità fisiche di sostenere una vita un pò disordinata e bohémien.

Monica ringrazia i lettori e noi di Quotidianpost ci auguriamo che le venga attribuita la notorietà che merita, le sue opere sono bellissime e il mondo dovrebbe conoscerle.

Ramona Allegri

Articolista e blogger lifestyle e food, possiedo un blog di cucina Il Mondo di Ramy Food con le ricette da me ideate basate sulla cucina mediterranea, adoro l’arte in ogni sua forma.

In memory of Dolores O’Riordan


Ho sempre amato la voce di Dolores O’Riordan, nel 2006 registrai questa cover a casa mia, con la poca strumentazione che avevo… ho sempre provato passione ed emozioni con questo brano, sia ascoltandolo che cantandolo… i Cranberries e la voce di Dolores sono stati anche una parte importante della colonna sonora della mia storia d’amore con Luigi. Che altro dire… Ciao Dolores. Ovviamente le opere che vedete nel video sono mie…

Stressed?


CONOSCI LA MASCOTTE DEL CANALE ArasulèASMR ? Con un acquisto sosterrai la mia attività su youtube!
https://shop.spreadshirt.it/ArasuleFashionArt
IDEE REGALO UNICHE ED ORIGINALI!!!! Tanta scelta di disegni e slogan!

Potrai scegliere anche un disegno più artistico o spiritoso!

Lezioni di pittura? Guarda come potrebbero essere…


[asmr] Role Play “Corso di Pittura” Lezione Rilassante su Colori e Pennelli ASMR ITA

Se ami la pittura non potrai resistere a questo video rilassante!


relaxing asmr, most relaxing, calming, tingles, asmr triggers, asmr, relaxation, insomnia, close up, brushing, asmr brushing, asmr no talking, asmr sleep, face brushing, magic brushing, per dormire, rilassamento, per rilassarsi, tingles guaranteed, rilassante, sleep aid, asmr for tingles, asmr face brushing, bob ross, the joy of painting, painting, intentional, female

In vista dei regali di Natale e non solo…


CIAO GENTE! Ho creato un album su facebook che racchiude alcuni esempi dei prodotti che potrete trovare in vendita si miei art shop, sotto ogni foto ci sono i link per poter acquistare i prodotti! Se invece abitate vicino a me ( in Valdinievole) potrete anche ordinare direttamentea me ( risparmiate le spese di spedizione!) e richiedere eventuali personalizzazioni a mano! E mi raccomando, condividete questi link con gli amici!!!!

Ecco alcuni articoli da me realizzati per l'art shop sui negozi online SPREADSHIRT e TOSTADORA. Per gli amici della…

Posted by Monica Spicciani Art on Wednesday, October 25, 2017

Sostieni un’artista vivente!


Salve a tutti! Nelle ultime due settimane ho dipinto poco e mi sono dedicata soprattutto alla realizzazione di video per il mio canale Arasulè ASMR.

Credo che ogni forma espressiva creativa sia la benvenuta e credo che queste due settimane di pausa o semi-pausa dai pennelli mi abbiano fatto bene, l’arte necessità di ispirazione e dedizione totale e se la mente vaga altrove è bene mettere un punto e riprendere il cammino quando siamo pronti.

Va anche detto che l’arte necessita di sostegno economico per poter essere eseguita in libertà e serenità e la realizzazione di questi video potrebbe portarmi un piccolo aiuto economico. Gli inserimenti pubblicitari sono scelti e posizionati in modo da arrecare il meno disturbo possibile.

A tal proposito voglio invitarvi ad iscrivervi ai miei canali su Youtube se ancora non lo aveste fatto, sono canali monetizzati e le vostre visualizzazioni possono incrementare un pochino le mie entrate e permettermi di dipingere serenamente.

MONICA SPICCIANI ART

Arasulè ASMR

Nei miei video mostro anche come dipingo, parlo di arte, di teatro e realizzo sessioni di rilassamento, quindi iscrivendovi e guardandoli fate anche un piacere a voi stessi ed al vostro benessere!

Se vuoi sostenere la mia attività creativa puoi anche fare una donazione mediante Paypal a questo indirizzo monicaspicciani@gmail.com

schermata-2017-02-13-alle-10-32-44

PUOI DONARE ANCHE SOLO 1€ TUTTAVIA CON UNA DONAZIONE MINIMA DI 5€ RICEVERAI UN MP3 DI AFFERMAZIONI MOTIVAZIONALI DELLA DURATA DI 8 MINUTI, DA ASCOLTARE QUANDO VUOI.

Grazie per l’attenzione, e ricorda di sostenere un’artista vivente!!!

Tutorial : come si mette la foglia oro


In questo video molto breve vi propongo un time-lapse di come si mette la foglia oro.

Il  sottofondo “musicale” è creato da me con suoni rielaborati onde evitare problemi di copyright.

Se volete vedere la versione lunga e rilassante di questo video iscrivetevi al mio canale Arasulè, attivate le notifiche e sarete informati non appena il video verrà pubblicato.

Video chiacchiere nel mio Atelier


In questo video parlo un po’ della mia vita quotidiana di pittrice e vi mostro il mio Studio d’Arte, il luogo dove passo la maggior parte della mia giornata.

Iscrivetevi al mio canale YouTube per essere sempre aggiornati.

Arteterapia Tarologica 


Presentazione degli incontri di Arteterapia Tarologica.

Buona visione!

Spesso nei confronti dei Tarocchi c’è una sorta di sospetto in quanto sono stati utilizzati da persone prive di scrupoli e di etica, e per questo vengono associati a pratiche occulte pericolose o di dubbia moralità; a tal proposito mi interessa precisare che invece queste antiche carte sono uno strumento che può essere utilizzato in modo positivo ed utile per lo sviluppo personale. 

Gli strumenti non sono né buoni né cattivi, sono le persone che usano tali strumenti ad utilizzarli per il bene o per il male.

I Tarocchi sono uno strumento di analisi interiore che si basa su archetipi facenti parte dell’inconscio collettivo, figure appartenenti al bagaglio culturale dell’umanità di cui non siamo consapevoli ma i cui significati risuonano dentro di noi.

Analizzare e studiare questi archetipi può rivelarsi un valido aiuto per approfondire la conoscenza di noi stessi.

I Tarocchi raccontano una storia che è la storia del mondo ma anche dell’umanità e di ognuno di noi. Ogni persona attraversa varie fasi della vita in ognuna delle quali può ritrovare i 22 arcani, prima o poi tutti possiamo identificarci con la simbologia rappresentata da Il matto, L’imperatore, Il diavolo e così via…La potenza di questo strumento risiede nella sua semplicità e complessità allo stesso tempo in quanto possono essere letti ed analizzati a più livelli.

Le persone esotericamente colte potranno ritrovare in queste carte i simboli, le analogie, i linguaggi delle religioni e delle antiche filosofie. Le persone che invece si avvicinano ai Tarocchi per la prima volta e non hanno un bagaglio culturale esoterico/filosofico potranno comunque leggervi ciò che il loro inconscio già conosce, e lasciarsi andare ad un interpretazione personale e libera, a sentire ciò che queste immagini stimolano nella loro persona.

Mostra da Otello Unisex


Eccomi di nuovo ospite con le mie opere in questo Salone di Bellezza che ama l’arte.

Sì perché da Otello hanno adibito una parete appositamente per ospitare le mostre degli artisti locali ed io sono felice di portare loro i miei lavori pittorici.

Da sempre sostengo che l’arte debba essere portata in mezzo alla gente e da sempre, oltre alle mostre nelle gallerie, espongo nei locali che ritengo adeguati alla diffusione artistica.

La mostra durerà un paio di mesi e prevedo di sostituire le opere a dicembre.

Se siete in zona fateci un salto.

Otello Unisex, Via Mezzomiglio, 12E, 51018 Pieve A Nievole PT

IO CI SONO : ArtQuake Centro Italia


A CAUSA DELLA MESSA IN SICUREZZA DEI LOCALI DELLA MOLE VANVITELLIANA LA SEDE DELL’EVENTO È STATA SPOSTATA!

MUSEO DELLA CITTÀ – via L. Tonini, 1 Rimini (RN) STESSA DATA

Artquake Centro Italia, Asta a sostegno dei paesi colpiti dal terremoto in Centro Italia.

L’arte della Solidarietà ad Ancona negli spazi della Mole Vanvitelliana
dal 6 al 27 novembre 2016

Questo è ciò che ho letto quando sono stata invitata a partecipare a questo evento in sostegno dei paesi colpiti dal recente terremoto in centro Italia:

“Il terremoto è un evento che, prima ancora che la terra, fa tremare l’anima, il cuore. Non occorre esserne vittime dirette, che ti crolli il mondo attorno e che ti ritrovi, in pochi secondi, a ricominciare da zero. E’ un evento che genera panico, quello silenzioso e profondo che ti si radica dentro, minando alla base il castello di sabbia di certezze acquisite e fino ad allora indiscusse. E poi l’impotenza, l’impossibilità di fare qualcosa contro l’ineluttabile. Terrore panico
che non ti lascia tregua. E pena, quella nobile, verso tante persone che in una frazione di vita, dopo tanto lavoro e tante speranze, si trovano senza più nulla.
E’ un dovere etico, prima ancora che un obbligo frutto della necessità, operarsi per aiutare chi in questo momento vive la drammaticità degli eventi e l’angoscia per un futuro incerto. In questa ottica credo sia doveroso anche da parte di chi vive “la parte più bella del mondo”, l’arte, adoperarsi per aiutare chi ha bisogno ora più che mai.”
Queste erano le parole (all’indomani dei drammatici eventi che hanno colpito l’Emilia Romagna nel 2012) di Alberto Agazzini, critico e amico, che ci ha lasciati meno di un anno fa.
Alberto aveva dato vita ad ARTQUAKE, progetto che ha raccolto più di 800 opere d’arte, la cui vendita, finalizzata alla parziale ricostruzione delle scuole di alcune tra le zone maggiormente colpite dal sisma, ha superato abbondantemente i 100.000€.
All’iniziativa hanno partecipato artisti, curatori, critici, galleristi e semplici cittadini da ogni parte d’Italia.
Con lo stesso spirito, mossi dalla stessa necessità di poter dare un contributo più concreto possibile alle popolazioni delle tre regioni colpite da quest’ultima sciagura, siamo qui a lanciare un nuovo appello.Non sappiamo ancora dove, non sappiamo quanti saremo, e non sappiamo neppure se stavolta ci riusciremo… ma sappiamo che vogliamo provarci!
Vorremmo invitare artisti, curatori, critici, e tutti coloro che mossi dalle nostre stesse motivazioni abbiano voglia di dare il proprio contributo, manifestando la propria adesione scrivendo alla e-mail: indicando nell’oggetto dell’email IO CI SONO

E allora io ci sono ho scritto.

Ho deciso di donare l’opera Like Giuditta.

Poichè si tratta di un’opera molto grande e costosa da spedire anche io vi chiedo un po’ di solidarietà, se volete fare una piccola donazione sul mio Paypal per aiutarmi a pagare il corriere ve ne sono molto grata!

LIKE GIUDITTA

Like Giuditta, 100×120 olio su tela 2015

Salva

… e se fossero Tarocchi?


Oggi ho fatto un gioco, sempre più appassionata e studiosa di Tarocchi mi sono chiesta:

E se dovessi ritrovare i Tarocchi nei miei quadri?

Questo è il risultato…ma sappiate che questo gioco è solo il punto di partenza per un nuovo progetto molto più consapevole …

IL MATTO

DOLLSAMANTHA

(altro…)

Serendipity 


In un post di febbraio ( leggi a questo link ) raccontavo dell’abbandono in strada di una mia opera e della mia speranza di sapere che fine avesse fatto… a distanza di mesi ho avuto la risposta!

Stasera mio marito mi ha mostrato una foto su Facebook in cui si è imbattuto per caso che ritrae una ragazza proprio davanti al mio quadro! La mia opera è appesa a casa di una persona,  e il bello è che conosco questa persona perché una volta viveva vicino al mio studio……….Purtroppo non posso postare la foto per intero perchè la persona in questione non desidera mostrarsi. Devo dire che ahimé parlando con lei ho anche scoperto che il mio “quadro sospeso”non è stato raccolto come omaggio bensì qualcuno lo ha portato ad un mercatino dell’usato dove è stato venduto per una cifra veramente ridicola… va beh…da tutta questa storia la cosa importante e che rimane nel mio cuore è che un cerchio si è chiuso e che si è chiuso grazie all’uomo che amo.

Che dire? Sono felice.

Salva

Salva