Crowdfounding


Sostieni un artista vivente!

Ami la mia arte ma per qualsiasi motivo non puoi comprare una mia opera? Puoi essere comunque un mecenate e sostenermi in qualche modo.

Essere artisti a tempo pieno non è facile, i colori e le tele hanno costi elevati, i concorsi e le mostre prevedono costi impensabili per chi non frequenta il mondo dell’arte, talvolta sono necessari cinquanta euro solo per poter partecipare ad una selezione in un concorso, e non è detto che si arrivi ad esporre. Organizzare una mostra personale in una Galleria d’Arte di buon livello ha prezzi molto elevati.

Da tempo sono nati i siti di crowdfounding, una sorta di mecenatismo modernizzato. In pratica chi vuole può contribuire con donazioni a piacere in favore di una causa o spesso anche a sostegno dell’arte.

Pensando al crowdfounding è nata la mia idea di creare questa pagina, senza affidarmi a siti organizzati di raccolta fondi ma semplicemente offrendo la possibilità di sostenere la mia attività artistica a chi lo desidera, semplicemente e in amicizia.

Niente a che fare con l’elemosina.

E’ una richiesta di attenzione verso l’arte, un euro di donazione non mi cambia certo la vita ma mi fa vedere che ci siete, che mi apprezzate e che mi sostenete.

La mia è soprattutto una richiesta simbolica ma anche una provocazione.

In quanti mi lodano per la mia bravura? Moltissimi. Quanti di questi comprano una mia opera? Nessuno. Se ogni ad ogni “mi piace” ricevuto su Facebook fosse abbinata una donazione di 50 centesimi probabilmente ci potrei acquistare tele per un anno intero!

E allora che aspetti? SOSTIENI UN ARTISTA VIVENTE!

Annunci

8 comments

  1. Salve Monica, l’Italia per antonomasia non ha l’ intelligenza di difendere e sostenere la cultura e l’arte.
    Solo negli ultimi mesi mi sembra ( ma potrei sbagliare) che qualcosa si stia muovendo.
    Ma hai già provato nei siti di crowdfounding ?

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Marzia, avevo già provato a suo tempo nei siti di cloud Found ling ma sono solitamente rivolti a start-up tecnologiche oppure a progetti artistici grossi. Di fatto non mi manca il cibo nel piatto, mi manca la dignità di poter vivere con la mia professione che sarebbe quella della pittrice. Sentirsi una mantenuta non è piacevole per quanto mio marito mi mantenga con amore e senza farmelo pesare.

      Mi piace

      1. Siamo nella stessa barca, Monica perciò ho voluto lasciarti una traccia del mio passaggio e non limitarmi come tanti a mettere uno scialbo e stupido “mi piace”, scelta che detesto!!
        Per non aver voluto padrini nè padroni son rimasta spesso disoccupata e ora vivo con la pensione di mio marito in un paesino dell’Alto Cilento in provincia di Salerno.
        ùSe ho delle dritte che possono giovarti te le passo, stanne certa.
        Questa vita è fatta per i furbi, i lecchini..e la mediocrità culturale, l’omologazione, facciamocene una ragione, Monica.
        Per questo aggiorno spesso il mio blog che mi da la libertà di esprimermi senza chiedere piacere a nessuno.
        Ti auguro di vedere coronato il tuo sogno!!
        In bocca al lupo

        Liked by 1 persona

      2. Siamo nella stessa barca, Monica ..perciò ho voluto lasciarti una traccia del mio passaggio e non limitarmi come tanti a mettere uno scialbo e stupido “mi piace”, scelta che detesto!!
        Dobbiamo resistere, anche se ci costa in umiliazioni.
        Non demordere.
        L’arte, insieme alla poesia e allo sguardo di un bimbo ci apre le porte dell’Infinito.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...