Il fattore umano


Dell’importanza di un maestro vero.

Il fattore umano viene dimenticato sempre più spesso.
Troppo spesso dimentichiamo la qualità del rapporto diretto con le persone, il poter scambiare opinioni dal vivo, il poter toccare con mano e guardare da vicino l’operato altrui…
Perchè oggi rifletto su questa cosa? Semplice, perchè ho visto la pubblicità dei corsi di pittura a fascicoli ed ho provato pena.
Mi ha fatto tristezza pensare ad una persona che va in cartoleria a comprarsi il corso per imparare a dipingere, l’ho immaginata da sola a cimentarsi con quest’avventura, l’ho immaginata fiduciosa verso questo mezzo di apprendimento e contenta di spendere poco, l’ho immaginata pensare che non sarebbe valsa la pena di spendere troppo per un corso di pittura quando basta un fascicoletto ad insegnarti le tecniche di base. Poi ho cominciato a vedere questa persona arrabbiarsi perchè le cose che sembravano così facili nel tutorial in realtà non lo sono e non c’era nessuno a darle un consiglio, a dirle una parola di incoraggiamento; ed infine ho visto la stessa persona dopo un po’ di tempo accantonare l’idea di dipingere e mollare i fascicoli in un cassetto.
Perché il fattore umano è importante.
Perchè in un corso di pittura, se si ha la fortuna di frequentarne uno collettivo, oltre ad imparare dall’insegnante si impara anche dagli altri  e comunque un maestro in carne ed ossa ha bagaglio tecnico ed umanoo, un’esperienza che nessun fascicolo può trasmettere.
Una persona vera è lì mentre impari e ti incoraggia,  capisce dove sbagli e può correggerti, un maestro con cui instauri un rapporto cerca di capire la tua difficoltà e prova a convertirla in un passo avanti.
Un fascicolo comprato in cartoleria non potrà mai darti né l’esperienza né il supporto morale ed umano che un maestro di pittura ti potrà offrire.
Non scordate mai il fattore umano.

from Blogger http://monicaspicciani.blogspot.com/2016/02/il-fattore-umano.html

via IFTTT

Annunci

6 comments

  1. provo con piu spazio,perchè ricorrere ad un tuttorial o dei fascicoli……per diversi motivi tra i peggiori arroganza ed ignoranza
    Arroganza perchè?perchè il concetto diventa “lo fanno in tanti e che ci vuole”sottovalutando,ignorantemente,che quel fare è figlio di studi,applicazione,talento e tanto tempo speso ad imparare
    Ma no non si ha tempo si vuole tutto subito perchè ci si sente oltre i normali di piu degli altri e non si accetta certo che un pincopalla ci faccia capire che cosi non è ,non solo per la pittura intendiamoci il cosidetto fai da te è ancora peggio
    Un altro fattore che sa di sconfitta umana è il non avere tempo di frequentare ma si cerca di non arrendersi e ci si prova in qualche modo,sconfitta perchè lavoro ed impegni monopolizzano la vita
    Naturalmente sono opinioni discutibilissime e criticabilissime

    Liked by 1 persona

  2. Ah sì, siamo inondati da questo tipo di riviste, manuali a puntate che suggeriscono l’idea che “volendo” tutto è possibile, basta seguire le istruzioni. Sono un po’ la versione patinata della scuola per corrispondenza, ma almeno quella insegnava qualcosa.
    È strano, si vede che abbiamo poca memoria, altrimenti dovremmo ben ricordarci quanta fatica ci costava raggiungere risultati men che mediocri a scuola se ci si limitava passare ore e ore sui libri senza aver mai teso l’orecchio a ciò che ci aveva spiegato (e rispiegato) l’insegnante.
    Un manuale di pittura poi, assurdo, come se questa arte fosse assimilabile, per esempio, al bricolage, al collezionismo di monete, all’informatica, tutti interessi legittimi e più che apprezzabili, però mancanti di di un aspetto essenziale: il fuoco dentro.
    Volendo cercare un paragone emblematico, paragonerei i manuali di pittura a quelli per il sesso perfetto, nel senso che da questi ultimi probabilmente sussiste la possibilità di imparare molto, fino a diventare delle perfette macchine da sesso, ma se poi manca l’amore è solamente ginnastica.
    Ahoj
    🙂

    Liked by 1 persona

  3. questo post, che per il resto condivido, ha solo un limite che è appunto quello di essere un post, pubblicato su un blog, lanciato su internet, luogo dove il fattore umano è un po’ in bilico…ti prego di non considerare questa come una critica ma solo come un’osservazione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...