La volontà di farti sentire una "merda"


Spesso capita di incontrare gente in strada che ti chiede soldi, di firmare qualcosa (che poi dopo la firma ti chiede i soldi lo stesso) per qualsiasi causa, da qualsiasi parte…
Siamo bombardati da appelli per mandare sms solidali quando per questo e quando per quello. Ovviamente non si può aiutare tutti a meno che non si sia dei miliardari molto generosi.
credo che se ognuno scelgliesse una causa a sè confacente, che sente più vicina per motivi suoi sarebbe già qualcosa.
Personalmente quando posso aiuto ed ho aiutato, ma non è mia intenzione elencare qui ciò che di buono ho fatto, sarebbe di pessimo gusto e soprattutto non tutte le cose personali mi va di sbatterle sul blog, dico solo che se faccio un passo verso l’altro lo faccio sul sentiero che per me è più adatto.
Stamani sono uscita per una passeggiata e sono andata in centro dove per ben due volte sono stata “abbordata” da due aitanti giovanotti che stazionavano vicino ad un tavolino con scritto Unicef. Al secondo abbordaggio gli ho detto che già prima ero passata e che non era mia intenzione fermarmi ad ascoltarli al che il tipo mi ha risposto : ” Ma a lei non importa nulla dei bambini?” Dire che lo avrei strozzato è poco. Con quale diritto tu vuoi farmi sentire una “merda” perchè non mi fermo davanti alle tue richieste?Cosa ne sai della mia vita? Avrei voluto rispondergli :”certo che m’importa dei bambini, come m’importa dei malati di cancro, dei malati di sclerosi multipla, malati di sla, dei malati di tutte la malattie più assurde e rare compresa quella per cui sono stata operata, m’importa dei cani e dei gatti randagi, del buco dell’ozono, delle razze a rischio di estinzione…m’importa del mondo intero, ma poichè non sono ricca cerco di fare del mio meglio aiutando chi nel mio piccolo ho scelto di aiutare”
Ma ovviamente non gli ho detto tutto questo.
Quella faccia di bronzo a mio parere non meritava una risposta del genere… L’ho semplicemente incenerito con lo sguardo e gli ho risposto ” No, dei bambini non me ne frega nulla”, ed ho continuato la mia passeggiata che doveva servire a distendermi i nervi.
Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...