Mese: giugno 2012

Matrimonio a basso costo


Ebbene sì, dopo nove anni, mese più mese meno, di convivenza mi ri-sposo, con il mio attuale compagno che dovrò imparare a chiamare marito. Entrambi abbiamo già dato e avuto. 
Ben 14 anni fa (mamma mia come passa il tempo!!!) ho già avuto il matrimonio con tutti i crismi, organizzato con un anno di anticipo, dove tutto era fondamentale, dal vestito all’acconciatura, dalla lista nozze  alla più infinitesimale cavolata che possa venire in mente. Soldi a palate spesi in mille particolari inutili, a ripensarci adesso, allora sembrava tutto fondamentale.
Stavolta, proprio perchè di acqua sotti i ponti ne è passata, le priorità sono altre. Innanzitutto nel giro di un paio di settimane abbiamo deciso di sposarci e fissato la data che tornasse bene per le ferie. Personalmente sarei andata in comune lui ed io senza tante storie, poi l’impiegato comunale ci ha fatto gentilmente notare che almeno i testimoni servivano, allora abbiamo cominciato a pensare a come organizzarci e un pochino ci siamo allargati. Per il nostro matrimonio saremo ben 7 persone!
Ovviamente niente partecipazioni, abbiamo fatto qualche telefonata (poche!) e poi abbiamo fatto sapere che ci sposavamo tramite email e su facebook, specificando che non ci sarebbe stata nessuna festa e che non volevamo regali. Tutto ciò non perchè non volessimo condividere con gli amici la nostra decisione ma perchè offrire la cena a tutti sarebbe stato troppo dispendioso e soprattutto perchè non volevamo entrare nel loop in cui eravamo già incappati anni fa. chi ci vuole bene sicuramente ha capito e sa che non mancheranno le occasione per stare insieme e festeggiare!
Ma chi l’ha detto che per sposarsi ci vogliono molti soldi? Con due marche da bollo da 14 euro e rotti, se non si vuole fare nulla, ce la caviamo…
Ma veniamo al vestito. Al mio amore ho fatto regalare una bella camicia in lino bianca da mia mamma, tanto il suo compleanno è tra poco e per il resto ci arrangiamo con quello che c’è.
Per il mio vestito invece, dopo un’attenta valutazione dell’armadio, ho optato per un tubino verde cangiante che avevo preso l’anno passato tramite un baratto su zerorelativo e che non avevo mai avuto occasione di mettere. In abbinamento dei sandali molto belli usati al massimo un paio di volte (l’ultimo regalo fattomi dal mio ex marito…mah, speriamo non portino male!!!! Ma non sono superstiziosa!). La borsetta l’ho fregata a mia mamma e pure una maglina da abbinare in caso di calo della temperatura…pure lo scialle l’ho ripescato dall’armadio di mia mamma!!! Uno scialle bellissimo proveniente dal giappone che le aveva regalato mio nonno secoli fa e nessuna occasione era mai stata presa al balzo per farlo uscire dal cellophane.
Comunqe dal nulla che non si voleva fare alla fine poi ho voluto comprare le fedi e qui è cascato l’asino…le ho ordinate su internet, di acciaio chirurgico, ad un prezzo che sarebbe stato davvero irrisorio se non avessi sbagliato la misura del dito del mio futuro marito per ben due volte…così mi ritrovo 3 fedi di tre numeri diversi! Ma non mi sgomento, le due che avanzano le metto in scambio sul mio sito dei baratti.
Poi mi sono fatta prendere davvero la mano..ho pure deciso di andare dal parrucchiere a farmi una piega e una ritoccatina la taglio, ma sì dai, in fin dei conti ci si sposa una volta sola…ehm…questa è la seconda…però con questo amore di uomo spero proprio di invecchiarci!!!
Annunci